Ralph Waldo Emerson “il padre del trascendentalismo”

Ralph Waldo Emerson

Se non possiamo ad un tempo elevarci alla santità dell’obbedienza e della fede, resistiamo almeno alle nostre tentazioni; entriamo in guerra e ridestiamo il coraggio e la costanza di Thor e di Odino nei nostri petti sassoni. Questo deve essere fatto nei nostri tempi tranquilli dicendo la verità. Controlla quel tipo di ospitalità e di affetto che non appaiono sinceri. … Continua a leggere

Emma Bonino: “I doveri della libertà”

  Da qualche giorno è in distribuzione nelle librerie “I doveri della libertà”, libro-intervista con Emma Bonino, curata dalla giornalista Giovanna Casadio (Laterza, pagg.157, 12 euro). Il libro è strutturato in nove capitoli: “Senza Stato di diritto, non ci sono diritti”; “Larning by doing: imparare facendo”; “La caricatura della libertà: tra pubblici divieti e licenze private”; “Dov’è l’Europa”; “Il mercato, … Continua a leggere

Socialismo Liberale

socialismoliberale

La formula socialismo liberale suona all’orecchio di molti, usi alla terminologia politica corrente, come una stonatura. La parola liberalismo ha servito purtroppo a contrabbandare merci di così varia specie e natura, e fu a tal punto per il passato orto borghese, che mal si piega oggi il socialista ad impiegarla. ma qui non è che si voglia proporre una nuova … Continua a leggere

La nonviolenza da Thoreau a Pannella

  Si può approvare o meno, si può sostenere o meno l’iniziativa nonviolenta che Marco Pannella ha in corso, ma dal mio punto di vista ritengo essenziale interrogarsi anche sulle ragioni teoriche – cioè di vera e propria teoria politica – che la sorreggono. Con immediatezza pragmatica, Pannella ama richiamarsi al Sathyagraha gandhiano. Il richiamo è efficace, non mi appare … Continua a leggere

Socialismo Liberale

“APPENDICE: I MIEI CONTI COL MARXISMO” Li vado facendo da parecchi anni sotto la scorta di molti nemici e carabinieri dottrinali, in compagnia di pochi eretici amici. Voglio renderne conto qui prima di tutti a me stesso, poi a quei miei compagni di destino che non credono terminate alle Alpi le frontiere del mondo. Sarò chiaro, semplice, sincero e, poi che i libri mi … Continua a leggere

Autorità e individuo

autorità e individuo

In questi giorni mi sono appassionato a leggere il saggio “Autorità e individuo” di Bertrand Russel, opera che definirei illuminante sulle dinamiche sociali, politiche ed economiche. L’autore pone in contrapposizione due aspetti della natura umana, la tendenza alla cooperazione sociale che necessita in una società complessa l’autorità di un governo, con la libertà individuale motore propulsivo dell’attività umana. Russel porta avanti la sua analisi non basandosi su … Continua a leggere

Disobbedienza civile

In questi giorni ho letto con estremo piacere e immenso stupore l’opera straordinaria di Henry David Thoreau Disobbedienza Civile. Il saggio è una boccata d’ossigeno per qualunque uomo aneli la libertà e che, trovandosi a vivere nei giorni d’oggi in Italia, confronti le battaglie e il pensiero di questo grande uomo con la miseria della vita quotidiana. Per qualsiasi altra … Continua a leggere

L’insostenibile leggerezza dell’essere

L' insostenibile leggerezza dell'essere

“Tutti i precedenti crimini dell’Impero russo sono stati compiuti al riparo di un’ombra discreta. La deportazione di mezzo milione di lituani, l’assassinio di centinaia di migliaia di polacchi, la liquidazione dei tatari di Crimea, tutto ciò è rimasto nella memoria senza documenti fotografici e quindi, in fondo, come qualcosa di indimostrabile che, prima o poi, sarà fatto passare per una … Continua a leggere

Per chi suona la campana

perchisuonalacampana

Per chi suona la campana di Ernest Hemingway Nessun uomo è un’Isola, intero in se stesso. Ogni uomo è un pezzo del Continente, una parte della Terra. Se una Zolla viene portata via dall’onda del Mare, la Terra ne è diminuita, come se un Promontorio fosse stato al suo posto, o una Magione amica o la tua stessa Casa. Ogni … Continua a leggere

Il potere giudiziario negli Stati Uniti

Ieri si è inaugurato l’anno giudiziario. La contrapposizione tra settori della magistratura e gran parte del mondo politico è aspra e sfugge alle regole del dibattito democratico. Mi sembra opportuna a tal proposito citare Alexis de Tocqueville che discutendo del potere giudiziario negli Stati Uniti, suggerisce alcune basilari regole dello stato di diritto che da sole sono capaci di rispondere … Continua a leggere