Il dialogo con il diavolo

Leonardo Sciascia Ho postato questo commento su Notizie Radicali.

Io mi sento di sinistra, ma l’unica sinistra che io considero tale è quella liberale, e finora l’unica voce che la incarnarna, in perfetta solitudine, è quella radicale.
Il dialogo è l’imperativo categorico per ogni liberare, anche il dialogo con il “diavolo”. Non mi scandalizzo, mi scandalizzerei maggiormente, se per far parte di una tifoseria, si abbandonassero le lotte radicali di sempre. Il dialogo potrebbe portare anche al nulla, come penso sia assai probabile, ma se per ventura si riuscisse a portare una qualche modifica all’assetto illiberale esistente, sarebbe valso a qualcosa.
Sono completamente d’accordo con la posizione di Emma Bonino, che per la verità non mi sembra in contrasto in alcun punto con Marco Pannella. Semmai mi sembra di ravvisare un diverso ruolo che entrambi svolgono per creare qualcosa di nuovo, circondati come siamo, dall’irresponsabilità partitocratica di maggioranza e opposizioni. Perchè comunque l’obiettivo resta quello di non consentire che a Berlusconi succeda un altro salvatore della patria.

Intervista a Marco Pannella – «Tratto con Silvio ma non mi vendo»

I radicali e il dialogo con Berlusconi Bonino frena Pannella: “Poca fiducia” – Corriere della Sera

cf.loverde@gmail.com

Il dialogo con il diavoloultima modifica: 2011-02-09T11:36:00+00:00da sciasciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento